Home » Docenti / Teachers

Docenti / Teachers

 - La Bottega Peter Maag

Donato Renzetti

È tra i direttori d'orchestra italiani più affermati nel mondo. Ha ottenuto numerosi riconoscimenti in importanti concorsi internazionali: il "Diapason d'Argento" nel 1975 e nel 1976 al "G.Marinuzzi" di San Remo, l'"Ottorino Respighi" nel 1976 all'Accademia Chigiana di Siena, la medaglia di bronzo nel 1978 al "Primo Concorso E. Ansermet" di Ginevra, nel 1980 è stato nominato all'unanimità vincitore assoluto del "X Concorso Guido Cantelli" del Teatro alla Scala di Milano al Teatro Coccia di Novara. Ha diretto alcune tra le più importanti orchestre del panorama musicale internazionale: la London Sinfonietta, la London Philharmonic, la Philarmonia di Londra, l'English Chamber Orchestra, la RIAS di Berlino, l'Orchestra di Stato Ungherese, la Filarmonia di Tokyo, la Filarmonica di Buenos Aires, l'Orchestra della Scala di Milano, l'Orchestra dell'Accademia di Santa Cecilia di Roma, la Dallas Symphony, la BRT di Bruxelles, l'Orchestre National du Capitol de Toulouse, l'Orchestre National de Lille e la National del Lyon, la Zeeland Symphony, l'Orchestra della RAI di Milano, Torino, Roma e l'Orchestra Scarlatti di Napoli, l'Orchestra Sinfonica di Bilbao. È stato invitato nei principali Teatri Lirici del mondo: Opera di ParigiCovent Garden di Londra, Grand Theatre de Ginevra, Staatsoper di Monaco, Capitol de Toulouse, Carnegie Hall e Metropolitan di New York, Lyric Opera di Chicago, Opera di Dallas, San Francisco Opera, Teatro Colon di Buenos Aires, Teatro Bunka di Tokyo, Teatro Megaron di Atene, Teatro alla Scala di Milano e tutti i maggiori teatri italiani; è stato ospite nei Festivals di Glyndebourne, di Spoleto, di Pesaro e al Festival Verdi di Parma. Nel 1987 ha diretto la prima assoluta dell'opera "Aida" a Luxor con i complessi artistici dell'Arena di Verona. Dal 1982 al 1987 è stato Direttore Principale dell'Opera dell'Orchestra Internazionale Italiana, dal 1987 al 1992 Direttore Principale dell'Orchestra Regionale Toscana, dal 1993 al 2001 Direttore Principale dell'Orchestra Stabile di Bergamo. Dal 2004 al 2007 è stato Direttore Principale Ospite dell'Orchestra Sinfonica Portoghese. Nel 2007 è stato nominato Direttore Artistico e Direttore Principale dell'Orchestra Filarmonica Marchigiana. Ha inciso per Philips, Frequenz, Fonit Cetra, Nuova Era e Dynamic CD con musiche di Mozart, Tchaikovsky, Simone Mayr e Ouverture rare ed inedite di Schubert e Cherubini; nel campo operistico l' "Attila", "Il Signor Bruschino", "La Cambiale di Matrimonio", "La Favorite"; DVD delle Opere "Fille du Regiment" al Teatro alla Scala di Milano, "La Cenerentola" al Festival di Glyndebourne, "La Gioconda"all'Arena di Verona, "L'Italiana in Algeri" al Festival di Pesaro. Il disco "Manfred" di Schuman, registrato con l'Orchestra e il Coro del Teatro alla Scala, ha vinto il "XIX Premio della Critica Discografica Italiana". Dal 1987 è docente di Direzione d'Orchestra per il Corso Triennale di Alto Perfezionamento all'Accademia Musicale Pescarese. Nel 2002 il Collegio dei Ragionieri di Lanciano in Abruzzo gli ha conferito il "Premio Frentano d'Oro" per i meriti artistici ottenuti in Italia e all'estero. l'Associazione Amici della Lirica dell'Opera Festival di Pesaro lo ha onorato con l'assegnazione del "Premio Rossini d'Oro 2006". Nel 2009 il XXVI "Premio Luigi Illica" ed il Premio "Carloni" della Barattelli dell'Aquila. 

 - La Bottega Peter Maag

Nicola Guerini

è nato a Verona, ha studiato Pianoforte, Organo e Composizione organistica, Direzione d’orchestra e Composizione al Conservatorio C.Pollini di Padova e al Conservatorio G.Verdi di Milano perfezionandosi con G.Ferro, U.Rotondi, S.Gorli, e F.Donatoni. Viene selezionato per il Master Internazionale di direzione d’orchestra, intitolato a Franco Ferrara, sotto l’Alto Patrocinio del Presidente della Repubblica tenuto da Luis Salomon dal 1997 al 1999. Si perfeziona successivamente presso l’Accademia Chigiana con G.Gelmetti, l’Accademia Pescarese dove consegue brillantemete il diploma nella classe di Donato Renzetti seguendolo poi in produzioni in Italia e negli Stati Uniti e il Master of Arts in Music conducting presso la Musikhochschule a Lugano (Svizzera) con Giorgio Bernasconi e Arturo Tamayo. I suoi molteplici interessi in ambito musicale lo hanno condotto ad occuparsi dell’interpretazione e della prassi esecutiva del repertorio classico e romantico e del novecento storico e contemporaneo, rivestendo il ruolo di strumentista e direttore. Debutta a 24 anni, in veste di compositore e direttore d’orchestra al Teatro Nuovo di Verona nell’ambito del Festival di Primavera, con l’opera “Zàabok”, commissionata dalla Fondazione Arena di Verona. Nell’estate del 1995 è assistente Hospitant del direttore d’orchestra austriaco Ralf Weikart al Teatro Municipal “Victoria Eujenia di S.Sebastian (Spagna) con l’opera “Die Zauberfloete” e nel 1996 con l’opera “Die Entfuhrung aus dem Serail” di W.A.Mozart, al teatro “V. Bellini”di Catania con la regia di G. Strehler. Dal 1999 la sua attività artistica lo vede impegnato in Italia, Svizzera, Francia, Romania, Russia e Austria con orchestre prestigiose tra le quali, Divertimento Ensemble, Mozart Chamber Orchestra, Ensemble ‘900 di Lugano, ICARUS Ensemble, e la Sofia Philarmonie. Nel Maggio 2005 ha diretto, in prima mondiale, il progetto “La gioia tra le dita”, registrato in diretta su RAI SAT 2000 e realizzato al Teatro Filarmonico di Verona con la partecipazione della Targu Mures Philarmonic Orchestra. Nel 2007 ha vinto la selezione, con soli altri tre candidati in tutta la Comunità Europea, il “Progetto Giovani Direttori d’Europa 2007” presso la Scuola di Alto perfezionamento di Fiesole. Nel gennaio 2010 ha diretto presso la sede della Radio Svizzera Italiana ospite del festival Novecento e Presente, successivamente all’Accademia del Teatro alla Scala ed è stato invitato dall’Accademia Filarmonica di Verona con la Sofia Philarmonie, per l’inaugurazione del “Settembre dell’Accademia 2010”. Nel novembre dello stesso anno ha debuttato con grande successo nella Sala Nazionale di Stato della Sofia Philarmonie con la Sinfonia n 4 di G. Mahler. Nel 2011 ha debuttato con grande consenso di pubblico e critica con i Berliner Symphoniker con i quali ed è stato invitato nel ventennale del festival “Il Settembre dell’Accademia 2011” e per  una nuova collaborazione nel 2012. Torna a Verona ne "Il Settembre dell'Accademia 2013" con la Zagreb HRT Symphony Orchestra dove ha debuttato nella Vatroslav Lisinski Concert Hall a Zagabria. Ha registrato per l'etichetta NAXOS un programma dedicato a Boris Pigovat con la partecipazione della violista Anna Serova. E' stato inserito nei protagonisti 2013 per la X edizione dell' Exellence Book per la sua attività artistica. E' Presidente del Concorso Internazionale Scaligero Verona "Maria Callas" e dal 2012 è stato delegato da Marica Franchi Maag, in qualità di direttore artistico, alla tutela, alla gestione organizzativa e artistica del Fondo musicale "Peter Maag". Nel gennaio 2016 ha registrato un nuovo CD A Bohemian Rhapsdody per l’etichetta  (Deutsche Grammophon) UNIVERSAL con la PKF Prague Philarmonia e il violinista Ilya Gringolts.

 

 - La Bottega Peter Maag

 Richard Barker

Pianista e vocal coach, nato a Londra intraprende gli studi musicali alla "King's School Wonchester" e li prosegue al "Consevatorio Giuseppe Verdi" di Milano perfezionandosi in pianoforte sotto la guida di Ilonka Dekers. Dal 1981 inizia a collaborare come Maestro preparatore ed accompagnatore con il Teatro Alla Scala, dove oltre che con i direttori musicali Claudio Abbado e Riccardo Muti, suona regolarmente con Gianandrea Gavazzeni, Riccardo Chailly, Roberto Abbado, Daniele Gatti, Bruno Campanella e altri. In seguito estende la collaborazione ad altri Teatri in Ialia e all'estero, tra i quali la Fenice di Venezia dove lavora con Peter Maag, Christian Thielleman e Donato Renzetti, il Comunale di Bologna, il Comunale di Firenze, il Regio di Torino, il San Carlo di Napoli, il Massimo di Palermo, l'Opéra di Parigi, l'Opéra di Montecarlo, la Monnaie di Bruxelles, la Japan Opera Foundation di Tokio, il Theater an der Wien di Vienna e il Palao de Les Arts di Valencia, dove collabora con Lori Maasel. Dal 1997 al 2006 rientra al Teatro La Scala, dove è anche docente all'Accademia. Nel 2007 compone ed esegue al clavicembalo le musiche di scena per la commedia "Una delle ultime sere di Carnevale" di Carlo Goldoni per la regia di Pierluigi Pizzi al Teatro Stabile del Veneto e in tournée al Mossovet Teatr di Mosca.

Artisti ospiti

Artisti ospiti - La Bottega Peter Maag

Mariella Devia

studia al Conservatorio di Santa Cecilia a Roma, dove si diploma in canto. Nel 1973 vince il concorso Toti Dal Monte e debutta nel ruolo di Lucia nella Lucia di Lammermoor. La sua interpretazione - alla quale darà l'addio nella stagione 2005/06 al Teatro alla Scala - segna un punto d'arrivo difficilmente superabile nella storia del belcanto, come le è stato unanimamente riconosciuto dal pubblico e dalla critica nei più importanti teatri del mondo. Nel 1979 esordisce al Metropolitan Opera di New York, nella parte di Gilda nel Rigoletto. Al Metropolitan si esibirà per molti anni con grandissimo successo, interpretando, oltre al Rigoletto, Così fan tutte, Falstaff, Lucia di Lammermoor, Die Entführung aus dem Serrail. Alla Royal Opera House-Covent Garden di Londra è stata apprezzatissima interprete in Il flauto magico, Rigoletto, Die Entführung aus dem Serrail e nella parte di Desdemona nell'Otello di Rossini. Sul palcoscenico della Carnegie Hall di New York nel 1981 è Lakme; nel 1983 Teresa in Benvenuto Cellini di Berlioz e in anni successivi Giulietta in I Capuleti e i Montecchi, Elvira in I Puritani, Adelia nell'omonima opera di Donizetti. Il suo repertorio assai vasto, coerente e rigoroso la rende protagonista di consensi critici e del favore del pubblico, che in tutti i teatri del mondo le riserva un'accoglienza entusiasmante. Il Royal Concertgebouw di Amsterdam, il Lyric Opera di Chicago, lo Staatsoper di Monaco di Baviera, l'Opéra National e il Théâtre de Champs-Élysées di Parigi, il Teatro Real di Madrid, il Gran Teatre del Liceu a Barcellona, il Teatro dell'Opera di Tokyio, sono soltanto alcuni dei palcoscenici che la vedono interprete in ruoli primari. Sulla scena dei maggiori teatri italiani e nelle più prestigiose manifestazioni musicali - Teatro alla Scala, San Carlo, La Fenice, Regio a Torino, Massimo a Palermo, Regio a Parma, Opera a Roma, Comunale a Bologna, Le Muse ad Ancona, Rossini Opera Festival, Maggio Musicale Fiorentino, Festival di Martina Franca, Ravenna Festival - oltre ai titoli sopra citati, Mariella Devia ha rappresentato i personaggi femminili di primo piano nella storia dell'opera lirica, ottenendo affermazioni personali di assoluto rilievo in ognuno dei ruoli eseguiti. Le sue interpretazioni di alcune opere di Mozart - Die Entführung aus dem Serrail, Il flauto magico, Così fan tutte, Le nozze di Figaro, Don Giovanni, Idomeneo - sono state accolte ovunque in modo molto positivo sottolineando la vocalità straordinaria del grande soprano e la sua forza interpretativa. Nel corso della sua intensa e prestigiosa carriera Mariella Devia ha collaborato con alcuni tra i più autorevoli direttori d'orchestra tra i quali Riccardo Chailly, Zubin Metha, Riccardo Muti, Claudio Abbado, Richard Bonynge, Gianluigi Gelmetti, Wolfgang Sawallisch, James Levine, Georges Prêtre. Nella stagione 2006/07 il suo esordio nel ruolo di Imogene, in Il Pirata di Vincenzo Bellini. Il suo repertorio belcantistico nel tempo, si è arricchito di rari ed emblematici personaggi donizettiani: Lucrezia Borgia, Maria Stuarda, Anna Bolena. Nel novembre 2011 all’Opéra di Marsiglia ha debuttato il ruolo di Elisabetta I in Roberto Devereux. Nella stagione 2011/12 ha ottenuto uno straordinario successo interpertando Roberto Devereux (Elisabetta) all’Opéra de Marseille, Anna Bolena al Teatro Verdi di Trieste e al Maggio Musicale Fiorentino e La traviata al Teatro Massimo di Palermo. Ha debuttato inoltre con grande successo il ruolo di Liù in Turandot al Teatro Carlo Felice di Genova. L’apertura della stagione 2012/13 l’ha vista trionfatrice come Maria Stuarda al Teatro Donizetti di Bergamo e nel ruolo di Imogene ne Il Pirata di Bellini al Liceu de Barcelona. In seguito ha compiuto uno straordinario e, stilisticamente ineccepibile, debutto nel ruolo di Norma at Teatro Comunale di Bologna. È tornata inoltre a Genova per La traviata e a Firenze per Maria Stuarda. A giugno 2014 ha riscosso un enorme successo ritornando a New York presso la Carnegie Hall per interpretare Elisabetta nel Roberto Devereux. La discografia di Mariella Devia annovera numerose incisioni e diversi DVD. Tra i CD segnaliamo: Arie da opere (Bongiovanni), La sonnambula (Nuova Era), Lucia di Lammermoor (Fonè 1996 e Dynamic 2008), Linda di Chamounix (Teldec), Lodoïska (Sony), Cantata per Pio IX e Morte di Didone (Decca), Adelaide di Borgogna (Warner Fonit), I Puritani (Nuova Era), La Traviata (Bongiovanni), Adelia (edizione critica, Ricordi), Petite Messe Solennelle (Fonè). Per le edizioni Stradivarius nel 2000 ha inciso Complete Chamber Songs di Giuseppe Verdi, insieme con Sergej Larin e Michele Pertusi. Tra i DVD ricordiamo: Marin Faliero, Lucia di Lammermoor, Le Fille du Régiment, Maria Stuarda. 

 - La Bottega Peter Maag

Alfonso Antoniozzi

Nel corso della sua carriera ha calcato i palcoscenici dei maggiori teatro al mondo, fra i quali, Teatro alla Scala, Covent Garden, Metropolitan, Wiener Staatsoper, Berliner Staatsoper, Opéra di Parigi, Lyric Opera di Chicago, Concertgebouw di Amsterdam, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, San Francisco Opera. Il suo vasto repertorio comprende tutti i grandi titoli d’opera buffa rossiniana e donizettiana, insieme a capisaldi del genere come Falstaff di Giuseppe Verdi e Gianni Schicchi di Giacomo Puccini e alla trilogia Mozart/Da Ponte. In tempi recenti l'artista, che il “Corriere della Sera” considera «il miglior baritono buffo italiano», ha affiancato al suo repertorio alcune felicissime incursioni nell’opera moderna, come Candide di Leonard Bernstein a Santa Cecilia con Jeffrey Tate, Death in Venice di Benjamin Britten a Genova e Firenze con Bruno Bartoletti, Il cappello di paglia di Firenze alla Scala e a Torino con Bruno Campanella. Tra le sue molteplici interpretazioni ricordiamo Il turco in Italia (Don Geronio), Il barbiere di Siviglia (Don Bartolo) al Teatro alla Scala con Riccardo Chailly, La forza del destino (Frà Melitone) all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia con Valerij Gergiev e alla Scala con Riccardo Muti, Il barbiere di Siviglia al Metropolitan di New York con Bruno Campanella e all’Arena di Verona con Claudio Scimone, Il viaggio a Reims (Don Profondo) a Genova con la regia di Dario Fo, nonché l’inaugurazione del Macerata Opera Festival presso il Teatro Lauro Rossi con una nuova produzione di Les mamelles de Tirésias di Poulenc firmata da Pierluigi Pizzi e i quattro ruoli di “vilain” nei Contes d’Hoffmann a Palermo e Roma. Ha inaugurato la stagione 2009/10 con l’atteso debutto nel ruolo di Scarpia in Tosca a Trento e Rovigo, con l’interpretazione di Don Pasquale all’Opernhaus di Zurigo e del Barbiere di Siviglia alla Hamburgische Staatsoper di Amburgo e a Brest in tour con l’Ensemble Matheus. Il calendario dei suoi prossimi impegni annovera, fra le altre cose, L’elisir d’amore alla Staatsoper di Berlino, La forza del destino alla Sferisterio di Macerata, Il barbiere di Siviglia all’Opernhaus di Zurigo, a Tel Aviv, a Toulouse e a Genova, L’elisir d’amore a Beijing. Inoltre curerà la regia di una nuova produzione di Traviata per il Teatro Comunale di Bologna. Nel 2008 ha debuttato come regista al Tuscia Opera Festival in una nuova produzione de Il barbiere di Siviglia. A maggio 2009 ha curato inoltre la regia di una nuova produzione di Don Pasquale al Teatro Comunale di Bologna. Nelle ultime stagioni ha interpretato Matilde di Shabran al Covent Garden di Londra, Les contes d’Hoffmann e Adriana Lecouvreur al Teatro Regio di Torino, Il barbiere di Siviglia al Teatro Lirico di Cagliari, Così fan tutte e Don Giovanni al Teatro Filarmonico di Verona e al Teatro Valli di Reggio Emilia, La Cenerentola al Teatro Carlo Felice di Genova e La fille du régiment a Savonlinna (in tournèe con il Teatro Comunale di Bologna), Così fan tutte al Teatro Municipale di Piacenza e all’Opera di Oviedo, Don Pasquale al Teatro Carlo Felice di Genova, Così fan tutte al Festival di Glyndebourne, Falstaff al Teatro Regio di Torino, La Cenerentola all’Opéra de Montpellier e al Liceu di Barcelona, L’italiana in Algeri all’Opernhaus di Zurigo, Il barbiere di Siviglia ad Amburgo. Della sua ricca discografia si segnalano La bohème (EMI), Il signor Bruschino e Mare nostro (Ricordi/Fonit Cetra), I tre amanti e Don Procopio (Bongiovanni), Il matrimonio segreto, Nina, o sia la pazza per amore e Linda di Chamounix (Arts Records), Le nozze di Figaro (Telarc), La romanzesca e l’uomo nero di Donizetti (Opera Rara). Ha preso parte a diverse produzioni del Teatro alla Scala teletrasmesse in televisione (Il turco in Italia, Il barbiere di Siviglia e Il cappello di paglia di Firenze). Fra le edizioni in dvd si segnalano Il barbiere di Siviglia al Teatro Regio di Parma e La Cenerentola al Teatro Carlo Felice di Genova.

 

La Bottega Peter Maag

Regione Veneto

La Bottega Peter Maag

Comune di Verona

La Bottega Peter Maag

Regione Marche

La Bottega Peter Maag

Comune di Pesaro

La Bottega Peter Maag

Provincia di Pesaro e Urbino

La Bottega Peter Maag

Comune di Cagli

La Bottega Peter Maag

Fondazione Giorgio Zanotto

La Bottega Peter Maag

Amat

in collaborazione con

in collaborazione con - La Bottega Peter Maag

in collaborazione con - La Bottega Peter Maag

Orchestra Filarmonica Gioachino Rossini

La Bottega Peter Maag

La Bottega Peter Maag

La Bottega Peter Maag

La Bottega Peter Maag

La Bottega Peter Maag

La Bottega Peter Maag